Rifugio Roda di Vaèl

Sella del Ciampaz, - 38036 Vigo di Fassa - Trento   vedi mappa - contatti
Il rifugio Roda di Vaèl è un rifugio alpino situato nel gruppo del Catinaccio nelle Dolomiti, nel territorio comunale di Vigo di Fassa, a 2.283 m di altitudine. Il rifugio è aperto da inizio giugno a metà ottobre con una disponibilità di 59 posti letto e si trova in una posizione ottima come punto di partenza per molte escursioni ed ascensioni.

Rifugio Roda di Vaèl Storia

L’idea di erigere un rifugio nell’alta valle del Vajolon maturò all’interno della Sezione Welschnofen – Karersee del D.u.Oe.A.V di Welschnofen (Nova Levante) dopo che un primo rifugio era stato costruito sotto la Cima delle Coronelle.
Già nel 1899 la Sezione aveva dunque avviato una trattativa con il Comune di Vigo di Fassa per l’acquisto di una porzione di terreno comunale individuata in località Sforcella nella Valle del Vajolòn per costruirvi il rifugio. I lavori per costruire un rifugio in grado di ospitare una ventina di persone iniziarono così nella primavera del 1906 e il 7 agosto di quell’anno il rifugio veniva solennemente inaugurato.

 Il primo gestore fu la guida alpina Anton Plank di Welschnofen. Nel periodo fra le due guerre il rifugio venne invece gestito su incarico della SAT dai suoi due figli, prima Luis Plank, dal 1925 al 1929 e quindi Josef Plank, dal 1930 al 1939 sempre affiancati dalla sorella Rosa Plank in cucina.

Nel luglio del 1921 il rifugio venne affidato dalle autorità militari italiane alla Sat che  attribuì il nome “Roda di Vaèl”. Ad eccezione di alcuni interventi conservativi e di consolidamento l’edificio del rifugio non subì trasformazioni fino al 1983, quando la SAT ne decise l’ampliamento.

Nei primi anni ’80 la SAT decise che era tempo di mettere completamente mano al rifugio.  Il rifugio fu dotato di un nuovo generatore di corrente e di quattro cisterne da otto mc. ciascuna, con pompa per il recupero dell’acqua piovana. Fu costruita finalmente anche la teleferica di servizio per assicurare i rifornimenti ed il trasporto a valle delle immondizie. Il nuovo rifugio venne inaugurato il 13 luglio 1986.

Dall’estate 2005 il rifugio Roda di Vaèl è passato in gestione alla guida alpina di Pozza di Fassa Bruno Deluca che aveva avviato la gestione insieme  alla moglie Roberta Silva. Durante la gestione affidata a Bruno Deluca, tra l’autunno del 2007 e durante l’estate del 2008 il rifugio è stato oggetto di un’ulteriore importante ristrutturazione. Tra i tanti lavori effettuati da sottolineare l’ampliamento dell’ingresso, la realizzazione di un locale asciugatoio, la copertura esterna con le caratteristiche scandole ed il rifacimento di tutte le finestre.

Dall’estate 2011  la gestione è passata alla moglie Roberta Silva che attualmente gestisce il rifugio col prezioso aiuto della sua “famiglia Vael”, ovvero un gruppo di dinamici ed affiatati collaboratori  che portano avanti con grande impegno e condividono con lei, lo spirito di accoglienza, famigliarità e soprattutto passione per la vita del rifugio

Rifugio Roda di Vaèl

Epoca
  • Novecento
Dove
  • Italia, Trento
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Rifugio Roda di Vaèl
  Sella del Ciampaz, - 38036 Vigo di Fassa
  +39 0462 764450
  https://www.rodadivael.it/
  https://www.instagram.com/rifugio_rodadivael/

Rifugio Roda di Vaèl
Servizi offerti

Bed&Breakfast o Appartamenti in affitto Bed&Breakfast o Appartamenti in affitto

Rifugio Roda di Vaèl Dove

Rifugio Roda di Vaèl
Nelle vicinanze

E' tua questa struttura? Contattaci