Resta aggiornato Notizie ed eventi

Viaggiare inseguendo Napoleone

Il 15 agosto 1769 nasce in Corsica ad Ajaccio Napoleone Bonaparte. Dopo 247 anni lo ricordiamo ancora come uno dei personaggi che più hanno influenzato il corso della storia europea.
Napoleone ha lasciato un segno indelebile al suo passaggio sulla nostra penisola. Nel 1796 Napoleone era al comando dell'Armata d'Italia nella guerra contro l'impero Asburgico, e proprio durante questo conflitto si è spinto fino a Roma. I fatti accaduti appartengono alla storia del nostro Paese che noi tutti abbiamo studiato a scuola, ma molti aspetti non vengono raccontati sui libri scolastici.
Moltissimi luoghi ed edifici sono stati coinvolti direttamente o indirettamente nel conflitto con gli austriaci, ricoprendo una grandissima importanza per la campagna napoleonica, ospitato per moltissimo tempo Napoleone e i suoi soldati.

Luoghi napoleonici in Italia

La palazzina di caccia Stupinigi a Stupinigi, vicino a Torino, è un edificio che fa parte del circuito delle Residenze Sabaude in Piemonte, sito seriale proclamato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Napoleone soggiornò alla Palazzina, dal 5 al 16 maggio 1805, prima di recarsi a Milano per cingere la Corona Ferrea. La Palazzina oggi è visitabile come museo dove spicca particolare interesse anche il parco con il labirinto e il laghetto.

A nord di Torino, presso Bard, è possibile soggiornare al Forte Bard, che oltre ad essere un hotel è anche un rinomato ristorante. Questa struttura ricorda con dispiacere il passaggio di Napoleone, in quanto il condottiero francese, per conquistare la roccaforte, ha fatto demolire gran parte della struttura (ricostruita poi negli anni 30 dell'800).

Sempre nella zona dell'alto torinese è possibile soggiornare al Castello di San Giuseppe nell'omonina località nei pressi di Chiaverano. Il Castello di San Giuseppe è oggi un hotel 4 stelle ospitato all'interno di mura seicentesche situate in un suggestivo anfiteatro morenico circondato da piccoli laghi.  Napoleone Bonaparte lo conquistò nel 1796 per trasformarlo in fortezza militare.

Nei pressi del lago di Como sono visitabili due splendide ville che hanno intrecciato la loro storia con quella di Napoleone Bonaparte. Villa Pliniana a Torno è un edificio del 1577 che si affaccia sul lago in un’insenatura isolata in prossimità del centro abitato del paese. La villa è visitabile e inoltre ospita un centro benessere e SPA. Villa Olmo è invece nella zona meridionale del lago, sotto la provincia di Como, ed è la più celebre e sontuosa tra le dimore storiche comasche. L'edificio è visitabile e presenta un giardino all’italiana sul davanti ed il parco all'inglese. 

Anche il lago di Garda ha ospitato il condottiero francese, che proprio a Garda ha soggiornato alla Locanda Punta San Siviglio. Il contesto suggestivo di Punta San Vigilio fa da cornice da oltre 500 anni all'omonima Locanda, che è oggi tra gli alberghi più antichi d’Italia.

Vicino a Padova, lungo la riviera del Brenta, è possibile visitare Villa Pisanidetta anche la Nazionale, che rappresenta uno dei più celebri esempi di villa veneta. La Villa sorge a Stra, in provincia di Venezia, e si affaccia sul Naviglio del Brenta. È oggi sede di un museo nazionale, che conserva opere d'arte e arredi del Settecento e dell'Ottocento. Napoleone Bonaparte la conquistò nel 1807 per donarla al viceré d'Italia  Eugenio Beauharnais.