Mozart cafe

Albertinaplatz, 2 - 1010 Wien - Vienna   vedi mappa - contatti
Il Café Mozart è da oltre 200 anni uno dei primi indirizzi della cultura del caffè viennese. Ed è anche questa storia che gli conferisce l'atmosfera rilassata che gli ospiti apprezzano così tanto.

Mozart cafe Storia

Molto di ciò per cui Vienna è famosa oggi, come l'Opera di Stato di Vienna, il museo Albertina o il raccordo anulare, non esisteva ancora quando Georg Pöhlein aprì una caffetteria nella cosiddetta Bürgerspitalzinshaus. Di fronte, sulle rovine delle fortificazioni della città vecchia, dal 1745 si trova il Palazzo Taroucca. Qui, il duca Alberto di Sassonia-Teschen, genero dell'imperatrice Maria-Teresa, ospitò la sua collezione d'arte dal 1805 in poi. Da lì si è sviluppata l'attuale collezione grafica Albertina, una delle più importanti collezioni d'arte al mondo, uno splendido vis-à-vis per i nostri ospiti.

Dopo diversi passaggi di proprietà, la caffetteria ha vissuto il suo primo periodo di fioritura sotto Simon Corra. Lo fece ristrutturare nel 1836 e il suo Café Corra divenne presto uno dei caffè più importanti di Vienna. Particolarmente vantaggioso per questo successo fu lo Schanigarten fondato da Corra, che arredò con tavoli, sedie, ombrelloni e piante in vaso. Proprio dietro l'angolo, dove oggi si trova l'Hotel Sacher, si trova il Kärntnertortheater. Molti attori e il loro pubblico hanno visitato il Café Corra e il suo affascinante Schanigarten.

Il signor Katzmayer ha acquistato la caffetteria e l'ha ridisegnata con molto marmo, mogano e tappezzeria di velluto rosso e verde. Come Café Katzmayer è diventato uno dei più importanti caffè viennesi ed è stato il luogo d'incontro di giornalisti, letterati e artisti. Questo pubblico intellettuale ha chiesto alla polizia di agire come informatori per il cancelliere Metternich. Oggi tali intercettatori non avrebbero alcuna possibilità. Café Mozart enfatizza la discrezione e la privacy. Dopo che il K & K Hofoper fu aperto nel 1869 con il "Don Giovanni" di Mozart, il Kärntnertortheater fu demolito per far posto al Sacher. Nel 1882 anche la Bürgerspitalzinshaus e il Café Katzmayer dovettero cedere. Molte case, strade e vicoli furono eretti su questa vasta area. Il Café Katzmayer è stato riaperto con successo nell'edificio storico di recente costruzione, all'angolo tra Maysedergasse / Albertinaplatz. Tra gli ospiti abituali c'erano membri dell'orchestra filarmonica e del balletto d'opera e cantanti.

La famiglia del proprietario della caffetteria, Oskar Hornik, acquistò la caffetteria e la chiamò dopo il monumento di Mozart all'Albertinaplatz, che oggi si può vedere nel Burggarten. Il Café Mozart fiorì. Ma dopo il "sindacato" nel 1938 il proprietario ebreo Oskar Hornik fu costretto a vendere il locale a un prezzo troppo basso e fu arianizzato. Poco prima della fine della guerra la zona intorno all'Albertinaplatz fu quasi completamente distrutta durante i pesanti raid aerei, tra cui l'Albertina e l'Opera di Stato. Nell'ex sede del Philipphof bombardato, un grande condominio di fronte al Café Mozart, il "Memoriale alla guerra e al fascismo" oggi ricorda le vittime del nazionalsocialismo.

Dopo la restituzione del caffè alla famiglia Hornik, è stato difficile ricominciare. Le persone hanno combattuto per la sopravvivenza. Il caffè divenne una base per i commercianti di valore, ispirando lo scrittore Graham Greene a lavorare al suo romanzo "Il terzo uomo". Greene ha anche scritto la sceneggiatura del leggendario adattamento cinematografico della regista Carol Reed, che è stata girata nel 1948 con Orson Welles e Joseph Cotten nei ruoli principali. Abitavano tutti accanto all'Hotel Sacher, ma trascorrevano molto tempo al Café Mozart. Carol Reed si è innamorata della caffetteria, quindi voleva disperatamente averla come location del film. Anton Karas, che ha interpretato il famoso "Harry Lime Theme" sulla sua cetra, ha persino composto il suo "Cafe Mozart Waltz", con il quale viene evidenziata la scena di Schanigarten nel film. Con la ricostruzione di Vienna, anche il Café Mozart fu restaurato e successivamente gestito per decenni dalla famiglia Hornik.

Nel 1993 la famiglia Querfeld ha rilevato la caffetteria. Sotto la direzione del socio senior, Anita Querfeld e sua figlia Andrea Winkler, è stato amorevolmente ristrutturato per riportare lo spirito tradizionale tipico della caffetteria viennese. Da allora il Café Mozart si è sviluppato in un luogo d'incontro cosmopolita e vivace nel centro di Vienna, apprezzato da tutti gli ospiti. Andrea Winkler e sua figlia Karoline Winkler lo gestiscono con grande gioia e apprezzamento per questo tesoro, che custodiscono e gestiscono con diligenza.

Mozart cafe

Epoca
  • Ottocento
Dove
  • Austria, Vienna
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Mozart cafe
  Albertinaplatz, 2 - 1010 Wien
  +43 1 24100200
  www.cafe-mozart.at/en/cafe-mozart.html

Mozart cafe
Servizi offerti

Bar / Caffè Bar / Caffè
E' tua questa struttura? Contattaci