Wiener Staatsoper

Opernring, 2 - 1010 Wien - Vienna   vedi mappa - contatti
La Wiener Staatsoper è il più celebre teatro di Vienna. Inaugurato nel 1869 come Opera di Corte (Wiener Hofoper), è anche uno degli edifici principali della città, detto "Erste Haus am Ring“" ("La prima casa sulla Ringstraße"). Nel 1920 con la caduta della Monarchia asburgica e la nascita della Prima repubblica austriaca assunse l'attuale denominazione. Tra i membri della sua orchestra vengono scelti gli elementi per la Wiener Philharmoniker.

Wiener Staatsoper Storia

L'edificio venne annunciato nel 1860 come il primo di una serie di edifici monumentali della Ringstrasse, grazie ad un controverso "fondo di espansione urbana" viennese. Al concorso per la progettazione parteciparono numerosi nomi di spicco dell'architettura dell'epoca, ma alla fine del 1861 vennero accolti i piani di costruzione, in stile neorinascimentale, degli architetti August Sicard von Sicardsburg e Eduard van der Nüll.

Il 25 maggio 1869, il teatro dell'opera si aprì solennemente con Don Giovanni di Mozart alla presenza dell'imperatore Francesco Giuseppe e dell'imperatrice Elisabetta. La popolarità dell'edificio è cresciuta sotto l'influenza artistica dei primi registi: Franz von Dingelstedt, Johann Herbeck, Franz Jauner e Wilhelm Jahn. L'opera di Vienna conobbe il suo primo punto culminante sotto la direzione di Gustav Mahler. Trasformò completamente il sistema di performance obsoleto, aumentò la precisione e il tempismo delle esibizioni e utilizzò anche l'esperienza di altri artisti degni di nota, come Alfred Roller, per la formazione di nuove estetiche sceniche.

Gli anni dal 1938 al 1945 furono un capitolo oscuro della storia del teatro dell'opera. Sotto i nazisti, molti membri della casa furono scacciati, perseguitati e uccisi, e molte opere non potevano essere riprodotte.

Il 12 marzo 1945, il teatro dell'opera fu devastato durante un bombardamento, ma il 1 maggio 1945, la "Opera di Stato nella Volksoper" si aprì con un'esibizione di Il Matrimonio di Figaro di Mozart. Il 6 ottobre 1945, i "Teatri an der Wien" restaurati in fretta riaprirono con il Fidelio di Beethoven. Per i successivi dieci anni l'Opera di Stato di Vienna operò in due sedi mentre il vero quartier generale veniva ricostruito a grandi spese

Il Segretario di Stato per i lavori pubblici, Julius Raab, annunciò il 24 maggio 1945 che la ricostruzione dell'Opera di Stato di Vienna sarebbe iniziata immediatamente. Solo la facciata principale, la grande scalinata e lo Schwind Foyer erano stati risparmiati dalle bombe. Il 5 novembre 1955, l'Opera di Stato di Vienna riapre con un nuovo auditorium e una tecnologia modernizzata. Sotto la direzione di Karl Böhm, il Fidelio di Beethoven è stato eseguito brillantemente e le cerimonie di apertura sono state trasmesse dalla televisione austriaca. Il mondo intero ha capito che la vita stava ricominciando per questo paese che aveva appena riguadagnato la sua indipendenza.

Oggi, l'Opera di Vienna è considerata uno dei teatri d'opera più importanti del mondo; in particolare, è la casa con il repertorio più grande. È stato sotto la direzione di Dominique Meyer dal 1 settembre 2010

Wiener Staatsoper

Epoca
  • Ottocento
Dove
  • Austria, Vienna
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Wiener Staatsoper
  Opernring, 2 - 1010 Wien
  +43 1 514 442250
  www.wiener-staatsoper.at/
  https://www.facebook.com/wiener.staatsoper
  https://www.instagram.com/wienerstaatsoper/

Wiener Staatsoper
Servizi offerti

E' tua questa struttura? Contattaci