Abbazia di Praglia

Via Abbazia di Praglia, 16 - 35037 Teolo - Padova   vedi mappa - contatti
L’Abbazia di Praglia è un monastero benedettino situato nella campagna padovana, ai piedi dei Colli Euganei. Autentico gioiello storico e architettonico, attualmente, oltre centro di spiritualità e vita monastica, è sede della Biblioteca nazionale e di importanti produzioni agricole, erboristiche e vinicole.

Abbazia di Praglia Storia

L’Abbazia benedettina di Praglia, immersa nel verde dei Colli Euganei, a pochi chilometri da Padova, rappresenta uno dei capisaldi medievali dell’opera di colonizzazione agricola benedettina. 

Nel corso dei secoli l’Abbazia è stata oggetto di alterne vicende; fondata tra il XI e XII secolo diviene poi importante feudo dell’imperatore Federico II

Successivamente autonoma, è poi dal 1448 collegata con l’Abbazia di Santa Giustina di Padova dalla quale partì la grande Riforma monastica benedettina che si diffuse poi su tutta la penisola. 

Dopo alcuni secoli di attività fiorente l’Abbazia conosce una prima soppressione durante il periodo napoleonico e più tardi ancora nel 1866, in ragione della legge sabauda che sopprimeva tutte le corporazioni religiose in seguito all’unificazione d’Italia. 

Dopo alcuni anni di trattative a acquisizioni da privati, l’attività del monastero riprende nel 1904 riacquistando a pieno la vita regolare che continua fino ai giorni nostri. 

L’attuale complesso si deve all’opera di ristrutturazione avvenuta a cavallo dei secoli XV-XVI. Il complesso si struttura in quattro chiostri che collegano gli ambienti del monastero e ne caratterizzano gli spazi: il chiostro botanico, il rustico, il pensile e il doppio (che accoglie la clausura dei monaci); altrettante sono le cosiddette mense. 

Il chiostro botanico del 1480 è il chiostro della portineria, luogo simbolico dell’accoglienza e dei molteplici rapporti tra monastero e mondo esterno. Il suo spazio interno, destinato in passato alla coltivazione delle piante officinali per la farmacia, ora si presenta come un giardino all’italiana.

Il chiostro pensile del 1490 è situato al primo piano funge da punto centrale dell’intero complesso monastico e collega tra loro i vari ambienti destinati alla vita comunitaria: la sala capitolare, il refettorio, la soggetta belvedere, il chiostro doppio, la biblioteca la chiesa.

Sala capitolare del XV-XVI secolo è il luogo dell’ascolto e del dialogo fraterno e dove si è convocati a consiglio per tutte le questioni importanti della vita comunitaria. Qui inizia ufficialmente l’itinerario monastico con l’ammissione alla prova del noviziato e si conclude, alla fine, con la deposizione dei resti mortali nel sepolcreto.

Refettorio monumentale del XV-XVI secolo con il portale di ingresso e i due lavabo, il pulpito per la lettura prescritta dalla Regola durante i pasti, il grande affresco della Crocifissione del Montagna (1490 ca), lo splendido arredo ligneo in noce e radica, le tele a tempera disposte lungo le pareti raffiguranti scene bibliche, fanno di questo luogo uno dei più eleganti del monastero.

La chiesa del XV-XVI secolo dedicata alla Beata Vergine Maria Assunta è il cuore del monastero e della vita comunitaria. L’edificio attuale è stato costruito tra il 1490 ed il 1550 su progetto attribuito a Tullio Lombardo. Pittori veneti ne hanno ornato rispettivamente cupola, cappelle laterali e zona absidale.

Accedendo alla Loggetta Belvedere (XVII secolo) affacciata sugli orti, si può ammirare il panorama dei Colli Euganei. Tale spazio è detto “del Fogazzaro” in omaggio al poeta che ne omaggiò la bellezza inserendola nel suo “Piccolo mondo moderno”. 

L’Abbazia è rinomata per la produzione vinicola, coltivando circa 10 ettari a denominazione d’origine controllata e sfruttando gli ampi spazi delle meravigliose cantine da poco restaurate. 

Attualmente sede di una ricchissima biblioteca (monumento nazionale italiano) punto di riferimento mondiale per quanto riguarda il restauro di libri antichi e d’arte con un laboratorio attivo dal 1951, è inoltre centro di produzione di  miele, cosmetici, tisane, infusi e prodotti a base esclusivamente naturale.

Abbazia di Praglia

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Italia, Padova
Personaggi storici
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Abbazia di Praglia
  Via Abbazia di Praglia, 16 - 35037 Teolo
  +39 049 9999344
  www.praglia.it

Abbazia di Praglia
Servizi offerti

Affitto per Cerimonie / Convegni Affitto per Cerimonie / Convegni
Bed&Breakfast o Appartamenti in affitto Bed&Breakfast o Appartamenti in affitto
Chiesa (celebrazione riti) Chiesa (celebrazione riti)
Enoteca / Cantina Enoteca / Cantina
Museo/Monumento Museo/Monumento
Negozio prodotti tipici Negozio prodotti tipici

Abbazia di Praglia Dove

E' tua questa struttura? Contattaci