Castello di Grinzane Cavour

Via Castello, 5 - 12060 Grinzane Cavour - Cuneo   vedi mappa - contatti
Il Castello di Grinzane Cavour sorge su uno tra i più pittoreschi scorci delle Langhe, nell’omonimo borgo che per anni ha avuto come sindaco il grande statista Camillo Benso di Cavour. Sorto nella prima metà del XI secolo è celebre per essere sede dell’Asta Mondiale del Tartufo, manifestazione che ogni anno ai primi di novembre richiama i più famosi chef del mondo. Ospita una cantina e un ristorante dove gustare le ricette tipiche langarole.

Castello di Grinzane Cavour Storia

Fra i tanti castelli che svettano In cima ai colli delle Langhe, è senz’altro uno dei più celebri e rappresentativi, non solo per il suo passato ma anche per l’importanza che riveste oggi a livello istituzionale come testimonianza culturale dell’antica tradizione enogastronomica piemontese. Sorto nella prima metà dell’XI secolo e probabilmente sviluppatosi successivamente attorno alla torre centrale, il Castello di Grinzane fu acquistato nel 1818 dal marchese Michele di Cavour, padre del grande statista Camillo Benso Conte di Cavour, che abitò qui dal 1830 al 1849 e che ampliò la proprietà terriera portandola a 205 ettari, già all’epoca in gran parte coltivati a vitigno. Fu anche nominato sindaco del piccolo comune nel 1932 a soli ventidue anni e contribuì a dare una svolta all’agricoltura locale tracciando canali, piantando nuovi vitigni e adottando nuovi sistemi di coltivazione
Cessata la funzione di residenza nobiliare, a partire dal 1971 il castello è prestigiosa sede dell’Enoteca regionale piemontese Cavour, la prima fra le numerose presenti oggi su questo territorio, e dell'Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini d’Alba, che ogni anno ai primi di novembre ambientano in questo suggestivo scenario l’Asta Mondiale del Tartufo, motivo di richiamo per famosi chef da ogni parte del mondo. L'Asta non ha finalità di lucro, in quanto il ricavato dalla vendita degli esemplari di tartufo bianco viene devoluto a ospedali, enti benedici o istituti di ricerca. Presso l’enoteca si svolgono giornalmente degustazioni guidate da esperti. 
Tartufo e vini sono i protagonisti anche nelle sale espositive del Museo etnografico, dove sono stati ricreati alcuni ambienti di cucine albesi del Seicento e dell'Ottocento, una distilleria del Settecento e una bottega del bottaio. Riservata a importanti convegni internazionali, non solo a carattere culinario, la sala delle Maschere è luogo di incontro anche per i membri dell’ONAF, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio e in un dima di vero culto per la buona tavola non poteva mancare un ristorante dove gustare ricette tipiche langarole: carne cruda all’albese con tartufi, pàté di selvaggina, flan di spinaci con fonduta, stracotto al Dolcetto, brasato al Barolo e il classico dolce della zona, il bonet, solo per citare alcune specialità proposte dallo staff di cuochi diretto dal signor Greco. Non bisogna dimenticare che il castello meriterebbe una visita solo per a bellezza delle sue sale e per il servizio che ben si confà a questa aristocratica dimora.

Dal 1983 il castello ospita anche il Premio Letterario Grinzane Cavour per la narrativa italiana e straniera, istituito dalla Società Editrice Internazionale di Torino per promuovere la diffusione della letteratura fra i giovani.

Castello di Grinzane Cavour

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Italia, Cuneo
Personaggi storici
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Castello di Grinzane Cavour
  Via Castello, 5 - 12060 Grinzane Cavour
  +39 0173 262159
  www.castellogrinzane.com

Castello di Grinzane Cavour
Servizi offerti

Affitto per Cerimonie / Convegni Affitto per Cerimonie / Convegni
Enoteca / Cantina Enoteca / Cantina
Negozio prodotti tipici Negozio prodotti tipici
Ristorante Ristorante

Castello di Grinzane Cavour Dove

E' tua questa struttura? Contattaci