Castello di Illasi

Località San Felice, 9 - 37031 Illasi - Verona   vedi mappa - contatti
Posto in zona collinare e inserito nella parte più antica del comune il castello di Illasi, assieme a quello di Soave, ha il compito di salvaguardia e controllo dei percorsi di fondovalle.

Castello di Illasi Storia

Le prime notizie risalgono all'anno 1000 quando il castello risultava di proprietà di un diacono, un certo Moisè. Nel 1243 fu occupato da Ezzelino III da Romano, quest'ultimo indicato da una bolla di papa Nicolò IV come ricostruttore del complesso, che allora si trovava in un non felice stato di conservazione.
Datato 27 giugno 1289, un documento attesta una donazione ad Alberto I della Scala e suoi discendenti da parte del pontefice, riconoscente verso lo Scaligero per la cattura da parte di questi , a Sirmione, di un numeroso gruppo di eretici "patarini". Oggetto della donazione erano "la torre con il palazzo e le macerie che dal detto castello si dicono restare, con tutti i diritti e le sue pertinenze in quanto si conoscono appartenere alla Chiesa romana".

Proprietà privata dei della Tavola nel corso del XIII secolo, nel 1269 il castello venne occupato da Pulcinella delle Carceri, in lotta con Mastino I della Scala, che lo adibì a proprio rifugio. L'anno successivo lo statuto detto Albertino registra l'atto di cessione del complesso da parte di Umberto della Tavola ad Alberto I della Scala assieme al castello di Soave e altre rocche. Dagli scaligeri il complesso ricevette nuovo vigore ed interventi di consolidamento vari. Nel 1280 un'incursione padovana gli lasciò i segni del suo passaggio.
Più gravi però furono i danni recatigli dal ritorno delle truppe veneziane (1405) inviatevi per strappare il castello ai da Carrara, alleatesi con Guglielmo, ultimo dei figli illegittimi di Cangrande della Scala. Il capitano delle truppe carraresi, accortosi che gli Illasiani si dimostravano favorevoli alla riconsegna della rocca alla Dominanate, appiccò il fuoco al maniero che ne riportò gravi lesioni.

I castello tornò ad essere teatro di guerra nel 1439. Il 28 marzo di quell'anno Nicolò Piccinino, celebre capitano di ventura al servizio di Filippo Maria Visconti, pose le tende ad Illasi, dopo aver inflitto una severa sconfitta alle truppe veneziane e occupato il castello di Soave.
Spenta la stella viscontea e ritornato il vessillo di S. Marco, il castello andò via via perdendo importanza in campo militare, anche in conseguenza della politica di pace perseguita da Venezia. Nel 1509 questa decise di concederlo in feudo ad un valoroso condottiero Girolamo Pompei, detto "Malanchino", la cui famiglia vantava da secoli diritti in quel di Illasi. L'investitura rappresentò per i Pompei non solo un atto di splendida e doverosa generosità ma costituì anche la loro reintegrazione in un possesso goduto da secoli e che, attraverso una serie di avvenimenti storico-militari, era finito in mani "estranee". In realtà nel possesso del loro feudo i Pompei entrarono veramente solo dieci anno dopo, una volta conclusa la guerra fra l'imperatore Massimiliano d'Austria e Venezia.

Dal punto di vista architettonico il castello risulta articolato in due edifici, secondo il modello tipico delle fortificazioni scaligere della provincia veronese: il mastio, ovvero la residenza del signore, affiancato dal cassero, cioè dal dormitorio delle milizie. La cinta ha un andamento ellittico, per circoscrivere la sottostante collina; il tutto è stato realizzato con grandi conci rettangolari di tufo duro. Il mastio è alto 32 metri, a pianta quadrata con 10 metri di lato, ed è collegato al cassero, distante una decina di metri, tramite uno stretto passaggio. Il cassero presenta un accesso elevato su di uno zoccolo, alto circa 8 metri, di base rettangolare con un'altezza complessiva di 26 metri, diviso su due piani. E' coronato con merlature poste su un terrazzo praticabile, la cinta muraria è contraddistinta da un'unica porta di accesso posta sul lato meridionale.

Castello di Illasi

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Italia, Verona
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Castello di Illasi
  Località San Felice, 9 - 37031 Illasi
  +39 045 574386
  www.comune.illasi.vr.it

Castello di Illasi
Servizi offerti

Castello di Illasi Dove

E' tua questa struttura? Contattaci