Burg Plankenstein

Plankenstein, 1 - 3242 Plankenstein - Melk   vedi mappa - contatti
Il castello di Plankenstein si trova nell'omonima città, Plankenstein, a circa 4 chilometri a sud-ovest di Texing nella Bassa Austria. L'Höhenburg fu menzionato per la prima volta in un documento nel 1186 e fu costruito dai Plankensteiner, feudi dei Conti di Peilstein. Il nome della famiglia deriva dalla parola blanc (= bianco) e approssimativamente significa che dalla pietra bianca.

Burg Plankenstein Storia

Il Plankensteiner divenne significativo nel XV secolo. Pankraz von Plankenstein possedeva, tra le altre cose, Peilstein, Freienstein e Sassendorf, era il pedone di Weitra e lo sposo di Pöchlarn. Fu restaurato nel 1453, ma non visse lì. Nella disputa tra gli imperatori Federico III. e il duca Albrecht VI. Pankraz von Plankenstein era al fianco dell'imperatore, il che gli portò ulteriori aumenti di potere dopo l'accordo di pace.

Dopo molti anni di passaggio di proprietà, la famiglia Tinti acquisì il castello nel 1713. Bartolomeo di Tinti, che aveva acquisito lo Schallaburg nel 1763, morì a Plankenstein nel 1799 all'età di 96 anni.

Poiché la sua famiglia viveva già nello Schallaburg, Plankenstein fu abbandonato e iniziò a decadere. Una cronaca del 1800 riporta: Plankenstein, ancora un castello ben conservato all'inizio del secolo, fu gradualmente derubato dei suoi arredi, e infine persino delle sue finestre e porte. Nelle splendide sale il vento e il tempo hanno giocato il loro gioco, i muri sono scoppiati, i tetti sono affondati e in pochi decenni il castello è stato rovinato. Plankenstein non poteva più essere raddrizzato, poiché il restauro più necessario avrebbe comportato costi sproporzionatamente elevati. Ma almeno così tanto fu fatto che la chiesa e la scuola, l'appartamento del pastore e dell'insegnante trovarono spazio nelle rovine del castello.

Nel 1939 la famiglia Tinti vendette le loro proprietà fortemente indebitate, tra cui Plankenstein e Schallaburg, alla nobile famiglia Nagel-Doornick della Vestfalia, che ha ancora oggi palazzi e castelli in Germania, incluso il castello di Vornholz. I loro possedimenti furono espropriati come proprietà tedesca dalle potenze occupanti russe dopo la seconda guerra mondiale. Mentre lo Schallaburg, come ex compagnia USIA, cadde nella Repubblica d'Austria con il trattato statale nel 1955 a causa della proprietà instabile, che vendette allo stato della Bassa Austria, il castello di Plankenstein fu restituito alla famiglia Nagel.

Dopo che il castello cadde in rovina e parzialmente crollò, nel 1975 la famiglia Nagel decise di venderlo all'architetto Hans-Peter Trimbacher. Con un team integrato, Trimbacher è riuscito a chiudere e coprire il tetto principale fino a ottobre, proteggendo così le fragili pareti di calcare da ulteriori crolli in tempo utile prima dell'inizio dell'inverno.

Nel 2010 l'imprenditore viennese Erich Podstatny ha acquistato il castello di Plankenstein per realizzare il suo sogno d'infanzia. Le camere sono state dotate dei più moderni servizi igienici e pezzi antichi della sua collezione privata. Oggi puoi trascorrere la notte nelle camere per gli ospiti progettate individualmente e sentirti come un cavaliere nel cortile del castello idilliaco, nel cortile dei portici, nell'ex cappella del castello o in una delle altre sale per eventi.


Burg Plankenstein

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Austria, Melk
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Burg Plankenstein
  Plankenstein, 1 - 3242 Plankenstein
  +43 2755 7254
  https://www.burgplankenstein.at/

Burg Plankenstein
Servizi offerti

Affitto per Cerimonie / Convegni Affitto per Cerimonie / Convegni

Burg Plankenstein Dove

Burg Plankenstein
Nelle vicinanze

E' tua questa struttura? Contattaci