Castello di Roccabianca

Piazza Garibaldi, 5 - 43010 Roccabianca - Parma   vedi mappa - contatti
Monumentale rocca a forma quadrangolare costruita tra il 1450 e il 1465 ospita tra le sue mura affreschi di Niccolò da Varallo e il Ciclo astrologico.

Castello di Roccabianca Storia

Il Castello di Roccabianca venne eretto verso la metà del quattrocento da Pier Maria de' Rossi II per la sua amata Bianca Pellegrini, dalla quale trae il nome. Passato successivamente ai Pallavicino e ai Rangoni, nel 1831 viene inserito da Maria Luigia d’Austria tra le proprietà della Camera Ducale. Nel 1901 il maniero è ceduto alla famiglia Facchi e da questa al Cavalier Mario Scaltriti, che ne ha promosso il restauro, fatto sede per l’invecchiamento di distillati dell’azienda di famiglia e aperto al pubblico. 

Il castello si presenta con tutte le tipiche caratteristiche dei castelli di pianura, con un cortile centrale, torrioni sporgenti agli angoli e un alto mastio centrale. Dagli speroni angolari, dagli spioventi e dal podio su cui poggia il maniero si evince la natura non solo residenziale, ma anche spiccatamente difensiva della struttura. 

Le facciate in laterizio della rocca, parzialmente intonacate nel colore bianco, mostrano con evidenza il forte carattere difensivo della struttura, speronata e ricchissima di beccatelli con caditoie; un loggiato si apre in sommità sia sul fronte principale che sui lati, mentre al centro del prospetto anteriore è posizionato il portale d'accesso ad arco a sesto acuto, preceduto da un ponticello in laterizio che sostituisce il ponte levatoio, la cui antica esistenza è tradita dalla presenza delle due alte fessure che ne ospitavano i bolzoni.

All'interno del cortile, sul lato opposto all'ingresso si innalza il massiccio mastio su due livelli, dalla cui sommità si domina l'intera pianura circostante; di fronte, si apre sulla corte il portico d'onore, che si innalza su un ampio colonnato in laterizio con capitelli a cubo scantonato, a sostegno degli archi a tutto sesto; le pareti e le volte a crociera sono decorate da pregevoli affreschi quattrocenteschi, riportati alla luce verso la fine del XX secolo, raffiguranti stemmi araldici dei Rossi all'interno di intrecci vegetali, tra cui numerosi nespoli, considerati simboli di fedeltà amorosa, legati da nastri che riportano il motto "Già acerbo, ora dolce che maturo".

Dal portico si accede alla Sala di Griselda, le cui pareti sono decorate con un ciclo di affreschi incentrato sul tema della centesima novella del Decamerone del Boccaccio, che racconta la storia immaginaria di Griselda, modesta contadina che sposò Gualtieri, marchese di Saluzzo, al quale dimostrò sempre lealtà e fedeltà nonostante le dure prove psicologiche cui fu sottoposta; le 24 scene oggi presenti furono realizzate fra il 1997 ed il 1999 dal pittore fidentino Gabriele Calzetti, in quanto le pitture originali, realizzate all'epoca di costruzione del castello probabilmente da Nicolò da Varallo, furono rimosse nel 1897 e trasferite nel Castello Sforzesco di Milano, ove tuttora si trovano.

La stessa sorte toccò agli affreschi che decorano la volta lunettata che ricopre la sala, raffiguranti un ciclo astrologico, che secondo alcune interpretazioni rappresenterebbe l'oroscopo di Pier Maria de' Rossi.

Nel primo torrione si trova un ciclo di affreschi, steso tra il 1997 e il 1999 dal prof. Calzetti ispirati dalle famose Storie di Griselda, il cui originale è oggi conservato nel Castello Sforzesco di Milano. Recenti restauri hanno poi messo in evidenza pregevoli stucchi, decori affrescati e stemmi araldici nel porticato antistante la Sala della Griselda. 

Il Castello, su prenotazione, è possibile fare percorsi di degustazione dei prodotti tipici locali, dei prodotti della “Strada del Culatello” e dei liquori di produzione propria, mentre i più piccoli possono viaggiare con la fantasia nel “Villaggio delle Fiabe”, dove sono ambientate le favole più celebri e amate. 

Castello di Roccabianca

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Italia, Parma
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Castello di Roccabianca
  Piazza Garibaldi, 5 - 43010 Roccabianca
  +39 0521 374056
  www.comune.roccabianca.pr.it

Castello di Roccabianca
Servizi offerti

Affitto per Cerimonie / Convegni Affitto per Cerimonie / Convegni

Castello di Roccabianca Dove

E' tua questa struttura? Contattaci