Hotel Campo Imperatore

Località Fonte Cerreto, SNC - 67100 Assergi - L'Aquila   vedi mappa - contatti
l’Hotel Campo Imperatore è situato al margine dell’altopiano di Campo Imperatore, a quota 2.200 m sulle pendici del Monte Aquila, nel massiccio del Gran Sasso, all'interno del territorio comunale dell'Aquila. Realizzato negli anni trenta su progetto dell'ingegnere piemontese Vittorio Bonadè Bottino, la struttura è famosa per essere stata, tra il 28 agosto ed il 12 settembre 1943, la prigione di Benito Mussolini sino alla sua liberazione avvenuta ad opera delle forze armate tedesche.

Hotel Campo Imperatore Storia

La realizzazione dell’albergo ha inizio nel 1936, nei pressi della stazione di monte della funivia e su un terreno donato all’amministrazione comunale da Adolfo Dragonetti De Torres, marchese di Pizzoli e patrizio dell’Aquila, per offrire un’adeguata e moderna accoglienza ai turisti. Esempio di architettura razionalista, l’opera si presenta in dimensioni imponenti, con quattro piani ed un sotterraneo, con avancorpo semicircolare, ospitando al suo interno 45 camere ed un ristorante panoramico. Dal 1940 l’Albergo di Campo Imperatore ha subito solo lievi modifiche estetiche mantenendo la linea originale. Gli interni sono rimasti pressoché invariati, cambiando solo l’utilizzo delle stanze e dei locali. 

L'Hotel Campo Imperatore, è una tappa importante per tutti gli appassionati di storia. Qui, infatti, dopo la caduta del fascismo e il successivo arresto di Benito Mussolini, venne portato come prigioniero l’ex capo di governo, in attesa di consegnarlo alle forze alleate. Mussolini venne portato qui il 28 agosto del 1943 dopo le detenzioni all’isola di Ponza e alla Maddalena.

Poche settimane dopo però, con un’azione a sorpresa che prese il nome di operazione “Quercia”, un commando di paracadutisti tedeschi si lanciarono verso l’albergo facendovi irruzione cogliendo di sorpresa le sentinelle italiane che si arresero. Il blitz durò pochi minuti e il plotone tedesco con in testa il capitano delle SS Otto Skorzeny si fece consegnare Mussolini. L’incontro tra i due fu cordiale ed amichevole: come riportano le cronache il capitano entrando nella stanza disse : “Duce, il Führer mi ha inviato per liberarvi” a cui la risposta “Sapevo che il mio amico Adolf Hitler non mi avrebbe abbandonato”.

La camera 220, posta al secondo piano dell’albergo, mantiene perfettamente conservati gli arredi originali ed è meta di numerosi turisti e nostalgici. Adiacente all’hotel Campo Imperatore si trova l’Ostello, un edificio costruito negli anni ‘30 che ospitava la stazione superiore a monte della funivia del Gran Sasso. Tutta la zona dove esisteva il vecchio impianto a fune è stata adibita a museo dove sono esposti fotografie, pezzi meccanici e cabine della vecchia funivia “Cerretti & Tanfani”.

Hotel Campo Imperatore

Epoca
  • Novecento
Dove
  • Italia, L'Aquila
Personaggi storici
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Hotel Campo Imperatore
  Località Fonte Cerreto, SNC - 67100 Assergi
  +39 328 9022507
  www.rifugiocampoimperatore.it

Hotel Campo Imperatore
Servizi offerti

Hotel Hotel
Ristorante Ristorante
E' tua questa struttura? Contattaci