Fortezza di Bardi

Piazza Castello, SNC - 43032 Bardi - Parma   vedi mappa - contatti
Austera ed inespugnabile, la Fortezza di Bardi si trova arroccata su uno sperone roccioso dal IX secolo. Attualmente sede del Museo della Civiltà Valligiana, del Museo del Bracconaggio e del Museo Archeologico della Valle del Ceno.

Fortezza di Bardi Storia

Arroccata da più di mille anni su uno sperone di diaspro rosso, la Fortezza di Bardi si presenta oggi come un tempo allo stesso modo di secoli fa, austera ed imponente. Tra i castelli del parmense quello di Bardi è sicuramente quello meglio conservato: la struttura rispecchia l’organizzazione tipica di una fortezza, con tanto sala di tortura, prigioni e ampi camminamenti.

Posizionato strategicamente all’incrocio tra Val Noveglia e Val Ceno, il fortilizio poggia su un gigantesco sperone di diaspro rosso, roccia nota per le sue venature vermiglio. L’intero complesso è quindi fortemente condizionato dalla conformazione rocciosa e la struttura architettonica pare quasi fondersi con essa.

Le origini del forte vanno indietro nei secoli lontani delle invasioni barbariche ma in primi documenti in cui ne viene citata l’esistenza risalgono all’869 d.C. Realizzato inizialmente come difesa dalle scorrerie barbare, è con il dominio dei Landi che la struttura si completa e si amplia assumendo anche una funzione di residenza nobiliare. Nel 1682 con l’estinzione della casata dei Landi il feudo passò ai Farnese e successivamente ai Borbone. Dopo un periodo di decadenza nel XIX secolo la struttura fu adibita a prigione militare, sede della pretura e del comune, fino a un recupero cominciato dagli anni ’60.

Più volte rimaneggiato nei secoli il castello non ha però mai perso l’originaria fisionomia: ben distinguibile dal resto del complesso spicca l’antico mastio, circondato da mura scarpate con un cammino di ronda dalla forma irregolare che segue la conformazione dello sperone roccioso.

L’interno comprende edifici, il cortile d’onore porticato, il pozzo, la ghiacciaia, i granai, le prigioni, la sala di tortura e la piazza d’armi. Gli ex quartieri dei soldati ospitano oggi il Museo della Civiltà Valligiana, mentre all’interno è presente il nuovo Museo della Fauna e del Bracconaggio.

La fortezza può diventare spazio perfetto per ricevimenti e banchetti, ma anche per mostre e convegni: sono a disposizione sale di diversa metratura, predisposti con impianti luce e attrezzature, mentre la taverna medievale e il cortile loggiato sono la location ideale per cene e ricevimenti in un clima elegante e ricco di charme.

Fortezza di Bardi

Epoca
  • Medioevo
Dove
  • Italia, Parma
Personaggi storici
Contatta questa struttura

Vuoi ricevere ulteriori informazioni su questa struttura? Compila questo modulo inserendo i tuoi dati, verrai ricontattato al più presto. Ti raccomandiamo di inserire un indirizzo email valido.

Fortezza di Bardi
  Piazza Castello, SNC - 43032 Bardi
  +39 0525 733066
  www.castellodibardi.it

Fortezza di Bardi
Servizi offerti

Affitto per Cerimonie / Convegni Affitto per Cerimonie / Convegni
Museo/Monumento Museo/Monumento
E' tua questa struttura? Contattaci